1. venerdì 9 febbraio 2018
  2. Silenzio Stampa | 9 febbraio 2018
Silenzio Stampa

L’ingratitudine di Sandro Bondi

L’ex ministro della cultura e fedelissimo, fino a qualche anno fa, di Silvio Berlusconi (ha vissuto a lungo ad Arcore a Villa San Martino) ha avuto parole di fuoco contro il leader di Forza Italia – partito di cui è stato a lungo coordinatore nazionale – chiedendo scusa a suo padre defunto e vergognandosi per l’adulazione e la piaggeria di cui si è macchiato. Bondi comunque lascia il parlamento con 168mila euro di liquidazione più la pensione, mentre la sua compagna – Manuela Repetti, ex senatrice di FI poi passata con Renzi – prenderà 84mila euro di liquidazione pari a due legislature.


 


 


 

Conduce: Gigi Moncalvo