1. martedì 23 giugno 2015
  2. 23 giugno - La nuova élite digitale
EconomyUp

La nuova élite digitale

La nuova élite digitale. Il riferimento è a quella “aristocrazia” di intenditori, colti e ricchi, che animano il mondo dell’arte in questo periodo. La digitalizzazione dell’arte ha sì reso più democratica l’accesso alle opere ma ha anche confermato un certo elitarismo di questo settore. In questo universo però c’è spazio per l’innovazione. A cominciare dalle case d’aste, che si rinnovano e spingono su modalità di vendite nuove come l’online. A parlarne è Giovanna Bertazzoni, global director di Christie’s, società che nel 2014 ha fatturato 8,4 miliardi di dollari, la cifra più alta mai raggiunta nella storia del mercato dell’arte. A spiegare come l’innovazione entra invece nel lavoro degli artisti è Fabio Cirifino, cofondatore di Studio Azzurro, una delle realtà più all’avanguardia dell’arte contemporanea in Italia negli ultimi trent’anni. Come si inseriscono le startup in questo mondo? Soprattutto favorendo l’incontro tra artisti e clienti. La storia che vi raccontiamo è quella di Luca Desiata e della sua pptArt una piattaforma online di crowdsourcing per l’arte. In pratica, i clienti-committenti indicano alcuni elementi dell’opera d’arte che vogliono e alcuni degli artisti presenti sulla piattaforma - in tutto sono oltre 2.200 da 75 Paesi - realizzano delle proposte all’interno delle quali il cliente è tenuto a scegliere. Per Expo, le Nazioni Unite hanno commissionato a pptArt lo scouting di opere d’arte da Paesi in via di sviluppo su sei temi specifici. Chiude la puntata un servizio di Annalisa Lospinuso da Londra su una startup che ha sviluppato una sorta di Shazam dell’arte, ovvero un’app che riconosce le opere d’arte semplicemente scattando una foto: intervista a Marco Desanctis, CEO di ArtGuru.

Conduce: Giovanni Iozzia