1. martedì 13 marzo 2012
  2. Le onlus si raccontano: Save the children Italia
Comunicati
stampa

Le onlus si raccontano: Save the children Italia

Save the children, organizzazione internazionale, da oltre 90 anni sostiene i diritti dell'infanzia. In Italia è attiva dal 1998 portando avanti attività e progetti rivolti sia a bambini dei cosiddetti paesi in via di sviluppo sia a quelli che vivono sul territorio nazionale.

Con Rita Girotti - Special Projects Manager della Divisione Marketing e Comunicazione di Save the Children Italia - abbiamo ripercorso in studio alcuni importanti progetti internazionali e nazionali che l'organizzazione sta promuovendo, a partire dalla campagna Every One.

Ogni anno nel mondo 7,6 milioni di bambini perdono la vita prima di aver compiuto 5 anni, per cause facilmente prevenibili e curabili. Nel 2009, Save the Children ha lanciato in tutto il mondo la Campagna Every One per dire basta alla mortalità infantile, impegnandosi direttamente a salvare la vita di 2.500.000 bambini entro il 2015 in 38 paesi poveri dove il problema è particolarmente grave, a raggiungere con programmi di salute e nutrizione circa 50 milioni di donne in età fertile e bambini, e a mobilitare 60 milioni di sostenitori in tutto il mondo.

Altro progetto internazionale di cui abbiamo parlato in studio è "Giappone un anno dopo": 25.000 bambini costretti ad abbandonare la propria casa, divieto di gioco all'aperto a Fukushima. Il piano quinquennale dell'Organizzazione prevede  interventi volti a restituire ai più piccoli un senso di normalità e favorire l'accesso all'educazione. In un anno sono state assistite oltre 65.000 persone.

Molti e variegati i progetti nel nostro Paese. L'opera di Save the Children si poggia su dati allarmanti riguardanti il peggioramento della condizione dei bambini e adolescenti in Italia: 1.876.000 sono in povertà ,  il 18,6% in condizione di deprivazione materiale - nel Nord Est il 7% delle famiglie con minori non riesce a fare un pasto adeguato almeno ogni 2 giorni.