1. lunedì 24 ottobre 2011
  2. Speciale Diritto fallimentare
Comunicati
stampa

Speciale Diritto fallimentare

Oggi Speciale di Buongiorno Economia dedicato alla settima edizione del convegno su "Piani, accordi e concordati per soluzioni negoziali delle crisi d'impresa" che si è svolto a Reggio Emilia lo scorso 14 ottobre. Il convegno è stato organizzato dal CEDIF - centro studi di Diritto fallimentare di Modena - con il patrocinio del CNDCEC, dell'ODCEC e dell'Ordine degli avvocati di Reggio Emilia, e dall'Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, e ha  affrontato i diversi aspetti correlati alla crisi di impresa, tra cui: insolvenza civile, profili di responsabilità penale, procedure di composizione negoziale della crisi e piani di ristrutturazione.

Nel corso della puntata abbiamo rivisto insieme i passaggi più significativi del convegno,  toccando diversi temi tra cui i problemi interpretativi e applicativi legati all'utilizzo del concordato preventivo, la pianificazione nell'ambito dei gruppi di impresa, gli incentivi in ordine alle procedure di composizione negoziale della crisi.

Ma durante il convegno è stato dato spazio oltrechè all'analisi della normativa italiana, anche alle esperienze in materia di procedure concorsuali di altri Paesi, col fine di aprire un confronto ed un dibattito circa le possibili modifiche alla nostra legislazione.

Un esempio importante sono in questo senso l'Inghilterra e la Francia, che permettono anche a piccoli imprenditori e persone fisiche di fallire, e quindi, di ristrutturare il proprio debito, offrendo una seconda possibilità a questi soggetti che possono dopo un insuccesso, ripartire da capo. Il Progetto di Legge presentato dal CNDCEC nell'ottobre 2010 nel corso del Congresso nazionale di categoria ricalca questi modelli, come spiegato da Giulia Pusterla (consigliere CNDCEC - Delegato all'area del Diritto Fallimentare) che ha sottolineato l'importanza e la validità di questo progetto a discapito delle possibili critiche avanzate in ordine soprattutto al "moral hazard".